Castello Aragonese di Baia - Locanda dei Re - Ristorante sul Porto di Baia, Ristorante Sul Mare, Ristorante a Bacoli, Locanda Porto di Baia.

Vai ai contenuti

Menu principale:

Castello Aragonese di Baia

Il Territorio




  Il
Castello Aragonese fu costruito in un luogo strategicamente fondamentale per la tutela dell'intero golfo di Pozzuoli. Eretto sulla parte alta della depressione creata dai vulcani noti come "Fondi di Baia", il Castello è stato per anni una fortezza assolutamente inespugnabile. L'attuale forma a stella del Castello di Baia è dovuta alla ristrutturazione voluta dal Viceré spagnolo Pedro Álvarez de Toledo in seguito alla spaventosa eruzione che portò alla nascita del vulcano Montenuovo. La terrazza che si affaccia sul mare è uno dei migliori punti di osservazione di tutti i Campi Flegrei, perché offre la possibilità di abbracciare con lo sguardo un panorama tanto vasto quanto stupendo.

    Nel corso dei secoli
il Castello è stato adibito a vari usi, da carcere militare a orfanotrofio a rifugio per gli sfollati del terremoto del 1980. A causa dei diversi utilizzi,
IlCastello ha subito moltissime modifiche, perdendo quasi definitivamente l'impostazione originale degli interni.

    Oggi
il Castello è sede del Museo Archeologico dei Campi Flegrei. Nelle  sale del Museo è possibile ammirare un considerevole numero di ritrovamenti sul territorio flegreo, tra i più significativi i calchi in gesso, resti di lavorazione di un atelier di scultori locali che, dalla fine del I sec. a.C. al II sec. d.C. , realizzarono le copie degli semplari più noti dell’arte greca d’età classica ed ellenistica, prendendo a modello i calchi in gesso ricavati direttamente dai prototipi greci in bronzo. Pertanto i calchi conservati a Baia risultano essere copie più fedeli degli originali greci perduti rispetto alla repliche marmoree.


PRENOTA IL TUO TAVOLO

Torna ai contenuti | Torna al menu